Spedizioni GRATUITE a partire da € 39,00
I tempi di consegna potrebbero subire alcuni ritardi a causa delle numerose richieste che i Corrieri stanno evadendo
SPEDIZIONI GRATUITE
a partire da 39,90 €
consegna 24/72H in Italia
Il tuo carrello (0)

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

FARMED Srl

DAKTARIN POLV CUT 30G 20MG/G
Sconto 16%

FARMED Srl

DAKTARIN POLV CUT 30G 20MG/G

DAKTARIN DERMATOLOGICO 20 MG/G Antimicotici per uso dermatologico. 20mg/g polvere cutanea 100 grammi di polvere contengono: miconazolo ni trato 2 g. 20mg/g crema 100 g di crema contengono: miconazolo nitrato 2 g. 20mg/g soluzione cutanea 100 ml di soluzione contengono: Miconazo lo 2 g. Polvere cutanea: ossido di zinco, silice precipitata, talco. Spray cut aneo, polvere: talco, sorbitan sesquioleato, etanolo anidro, steralcon io ettorite, propellente (miscela di propano e butano). Crema: polieti lenglicole palmito stearato, macrogol, glicerolo oleato, paraffina liq uida, idrossianisolo butilato, acido benzoico, acqua depurata. Soluzio ne cutanea: resina acrilica (Carboset 525), resina acrilica polimerizz ata (Carboset 515), glicole propilenico, alcool. Infezioni della pelle o delle unghie provocate da dermatofiti o da Can dida eventualmente complicate da sovrainfezioni da batteri Gram-positi vi. Ipersensibilita' al principio attivo, ad altri derivati dell'imidazolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Neonati e bambini (fino a 12 ann i). Infezioni cutanee. Il trattamento va proseguito giornalmente e ininter rottamente almeno fino a una settimana dopo la scomparsa dei sintomi, e puo' durare da 2 a 6 settimane, in funzione del tipo e dell'estensio ne dell'infezione. Lavare la zona interessata e asciugare bene. Tratta re non solo la parte infetta, ma anche l'area intorno ad essa. Lavare accuratamente le mani dopo ciascuna applicazione per evitare di trasfe rire i germi ad altre parti del corpo o ad altre persone. Generalmente , si usano in combinazione. La polvere o lo spray cutaneo, polvere con la crema. Polvere cutanea - Spray cutaneo, polvere. Sono indicati per il trattamento delle lesioni umide. Applicare una quantita' di polver e sufficiente a coprire la zona interessata 2 volte al giorno. Nel cas o si stia usando in combinazione anche la crema, e' sufficiente usare sia la polvere che la crema una volta al giorno. Nelle infezioni dei p iedi si consiglia di cospargere quotidianamente i piedi con la polvere durante e dopo il trattamento con altra formulazione topica (crema), in particolare gli spazi tra le dita, e anche le calze e le scarpe. Cr ema. Applicare sulla lesione 1 centimetro di crema (o piu' a seconda d ell'estensione della lesione) 2 volte al giorno, quindi spalmare con l e dita, fino a completo assorbimento. Nel caso si stia usando anche la polvere, si raccomanda l'applicazione di entrambe le formulazioni una volta al giorno. Infezioni delle unghie Tagliare le unghie infette pi u' corte possibile. Continuare il trattamento ininterrottamente anche dopo la caduta dell'unghia infetta (per lo piu' dopo 2-3 settimane), f ino alla sua completa ricrescita e alla guarigione definitiva delle le sioni (raramente prima di 3 mesi). Puo' essere necessario associare an che un trattamento con altri farmaci. Soluzione cutanea la soluzione s i applica con il pennello inserito nel tappo del flacone. 1-2 volte al giorno spennellare la soluzione sull'unghia infetta, tutt'intorno ad essa e, se possibile, sotto di essa e lasciar asciugare. Una volta asc iutta la soluzione forma un film occlusivo sull'unghia. Prima dell'app licazione successiva, e' necessario pulire l'unghia con acetone. Se qu esto procedimento non viene eseguito, gli strati sovrapposti diventano troppo spessi e la soluzione non puo' piu' raggiungere l'unghia. Crem a. Applicare un po' di crema 1-2 volte al giorno sull'unghia infetta, poi spalmare con le dita ricoprire l'unghia con un bendaggio occlusiv o non perforato. Crema, Spray cutaneo, polvere,soluzione cutanea: conservare a temperat ura non superiore a 25 gradi C. Polvere cutanea: nessuna condizione pa rticolare di conservazione. Se dovessero verificarsi sensibilizzazione o irritazione, interrompere il trattamento e istituire una terapia idonea. Evitare il contatto co n gli occhi. Lavare attentamente le mani dopo ciascuna applicazione, a meno che il trattamento interessi le stesse mani. Poiche' la soluzion e cutanea contiene alcool, evitarne il contatto con ferite aperte e me mbrane mucose. In questi casi, utilizzare la crema. La polvere cutanea contiene talco: evitare di inalare la polvere che potrebbe causare ir ritazione delle vie respiratorie. E' consigliabile applicare le seguen ti misure igieniche atte ad evitare le sorgenti di infezioni o reinfez ioni: tenere asciugamani e biancheria intima per uso personale allo sc opo di evitare l'infezione di altre persone cambiare regolarmente gli indumenti che vengono in contatto con la zona infetta per evitare di reinfettarsi. Il medicinale non macchia la pelle ne' gli indumenti. Re azioni di ipersensibilita' severa, inclusa anafilassi e angioedema, so no state riportate durante il trattamento con il farmaco e con altre f ormulazioni topiche a base di miconazolo. Se dovesse verificarsi una r eazione riconducibile a ipersensibilita' o irritazione, il trattamento deve essere interrotto. Il medicinale non deve entrare in contatto co n la mucosa degli occhi. Informazioni importanti su alcuni eccipienti. La crema contiene acido benzoico L'acido benzoico puo' causare irrita zione locale. La crema contiene idrossianisolo butilato L'idrossianiso lo butilato puo' causare reazioni sulla pelle localizzate (ad es. derm atite da contatto) o irritazione agli occhi e alle mucose. La soluzion e cutanea contiene glicole propilenico che puo' causare irritazione cu tanea. La soluzione, inoltre, contiene alcool etilico: evitare il cont atto con ferite aperte e membrane mucose. E' noto che il miconazolo somministrato per via sistemica inibisce il CYP3A4/2C9. Dal momento che, in seguito ad applicazione locale, la pre senza del farmaco nel sangue e' limitata le interazioni giudicate rile vanti da un punto di vista clinico sono molto rare. Tuttavia, nei pazi enti trattati con anticoagulanti orali, come warfarin, occorre prestar e attenzione e monitorare l'azione anticoagulante. L'efficacia e gli e ffetti indesiderati di altri farmaci (per esempio ipoglicemizzanti ora li e fenitoina), se somministrati contemporaneamente al miconazolo, po ssono essere aumentati e per questo occorre particolare cautela. Dati rilevati da studi clinici. Di seguito sono indicati gli effetti indesiderati considerati correlati al farmaco riportati da 834 pazient i cui e' stato somministrato miconazolo 20mg/g crema (426 pazienti) vs . placebo (crema base) (408 pazienti), arruolati in 21 studi clinici e ffettuati in doppio cieco. Alterazioni della cute e del tessuto sottoc utaneo: sensazione di bruciore della pelle, infiammazione della pelle, ipopigmentazione della pelle. Disordini generali ed alterazioni del s ito di somministrazione: irritazione al sito di applicazione, bruciore al sito di applicazione, prurito al sito di applicazione, reazioni al sito di applicazione, calore al sito di applicazione. Dati post- mar keting. Di seguito si riportano gli effetti indesiderati rilevati medi ante segnalazioni spontanee post-marketing, in tutto il mondo, organiz zati secondo la classificazione MedDRA. Gli effetti indesiderati sono classificati in base alla frequenza secondo la seguente convenzione: m olto comune >= 1/10 comune >= 1/100 e = 1/1000 e = 1/10000 e < 1/1000 molto raro < 1/10000, comprese segnalaz ioni isolate. Disturbi del sistema immunitario. Molto rari: reazioni a nafilattiche, ipersensibilità. Patologie della cute e del tessuto sott ocutaneo. Molto rari: angioedema, orticaria, dermatite da contatto, ra sh, eritema, prurito, sensazione di bruciore della pelle. Patologie si stemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione. Molto ra ri: irritazione o altre reazioni al sito di applicazione. Segnalazione delle reazioni avverse sospette. La segnalazione delle reazioni avver se sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto b eneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema na zionale di segnalazione all'indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it /content/come-segnalare-una-sosp etta-reazione-avversa. Gravidanza. Il medicinale, applicato per via topica, e' minimamente as sorbito nel circolo sistemico (biodisponibilita' < 1%). Tuttavia, pur non esistendo evidenze di embriotossicita' o di teratogenicita' negli animali, i potenziali rischi della prescrizione del farmaco durante la gravidanza devono essere valutati rispetto ai potenziali benefici ter apeutici. Allattamento. Miconazolo, applicato per via topica, e' minim amente assorbito nel circolo sistemico e non e' noto se il miconazolo sia escreto nel latte umano. Si consiglia cautela nell'utilizzo di pro dotti ad uso topico contenenti miconazolo durante l'allattamento

€ 13,13 € 11,02

AGGIUNGI AL CARRELLO

11,02

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
EFFERALGANMED 16CPR EFF500MG
Sconto 30%

FARMED Srl

EFFERALGANMED 16CPR EFF500MG

EFFERALGAN 500 MG COMPRESSE EFFERVESCENTI Altri analgesici-antipiretici, anilidi. Una compressa contiene: principio attivo: paracetamolo 500 mg. Eccipie nti con effetti noti: sodio 412,3 mg sorbitolo (E420) 300 mg sodio b enzoato (E211) 60,606 mg. Per l'elenco completo degli eccipienti, vede re paragrafo 6.1. Acido citrico, sodio idrogeno carbonato, sodio carbonato, sorbitolo (E 420), sodio docusato, povidone, sodio saccarinato, sodio benzoato (E21 1). Trattamento sintomatico del dolore da lieve a moderato e delle condizi oni febbrili negli adulti e nei bambini. Ipersensibilita' al paracetamolo o al propacetamolo cloridrato (precur sore del paracetamolo) o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Posologia: Efferalgan 500 mg compresse effervescenti e' riservato ad a dulti e bambini di peso corporeo superiore ai 13 kg (circa 2 anni). Ne i bambini devono essere rispettati gli schemi posologici in base al pe so corporeo e quindi e' necessario scegliere la formulazione adatta. L a corrispondenza tra eta' e peso e' solo orientativa. Il medico deve v alutare la necessita' di trattamenti per oltre 3 giorni consecutivi. A dulti: il dosaggio unitario usuale e' di una compressa ogni somministr azione, da ripetere, se necessario, dopo un intervallo di almeno 4 ore . Non devono essere superati i 3 g di paracetamolo al giorno, ovvero 6 compresse al giorno, rispettando un intervallo di almeno 4 ore tra le somministrazioni. In caso di dolore piu' intenso, possono essere assu nte due compresse alla volta per un massimo di 3 volte al giorno (3 g di paracetamolo), sempre rispettando un intervallo di almeno 4 ore tra le somministrazioni. Popolazione pediatrica. Bambini di peso corporeo compreso tra 13 kg e 20 kg (eta' compresa tra 2 e 7 anni circa): il d osaggio e' di mezza compressa ogni somministrazione, da ripetere, se n ecessario, dopo un intervallo di almeno 6 ore, senza superare le 3 mez ze compresse al giorno per bambini di peso inferiore a 15 kg e le 4 me zze compresse al giorno per bambini di peso uguale o superiore a 15 kg . Bambini di peso corporeo compreso tra 21 kg e 25 kg (eta' compresa t ra 6 e 10 anni circa): il dosaggio e' di mezza compressa ogni somminis trazione, da ripetere, se necessario, dopo un intervallo di almeno 6 o re, senza superare le 5 mezze compresse al giorno per bambini di peso inferiore a 25 kg e le 6 mezze compresse al giorno per bambini di peso uguale o superiore a 25 kg. Bambini di peso corporeo compreso tra 26 kg e 40 kg (eta' compresa tra 8 e 13 anni circa): il dosaggio e' di 1 compressa ogni somministrazione, da ripetere, se necessario, dopo un i ntervallo di almeno 6 ore, senza superare le 4 compresse al giorno. Ad olescenti di peso corporeo superiore a 40 kg (circa 12 anni o piu'): i l dosaggio e' di 1 compressa ogni somministrazione, da ripetere, se ne cessario, dopo un intervallo di almeno 4 ore senza superare le 6 compr esse al giorno. Frequenza della somministrazione: somministrazioni reg olari evitano l'oscillazione dei livelli del dolore o della febbre. Ne i bambini, l'intervallo tra le somministrazioni deve essere regolare, sia di giorno che di notte, e deve essere preferibilmente di almeno 6 ore. Negli adulti e negli adolescenti, bisogna sempre rispettare un in tervallo di almeno 4 ore tra le somministrazioni. Insufficienza renale : in caso di insufficienza renale grave (clearance della creatinina in feriore a 10 ml/min), l'intervallo tra le somministrazioni deve essere di almeno 8 ore. Non superare i 3 g di paracetamolo al giorno, ovvero 6 compresse. Dosaggio massimo raccomandato: negli adulti e adolescent i di peso corporeo superiore ai 40 kg, il dosaggio totale di paracetam olo non deve superare i 3 g/die. Modo di somministrazione: uso orale. Sciogliere completamente la compressa in un bicchiere d'acqua. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conser vazione. Il paracetamolo deve essere somministrato con cautela a pazienti con i nsufficienza epatica da lieve a moderata (compresa la sindrome di Gilb ert), insufficienza epatica grave (Child-Pugh >9), epatite acuta, in t rattamento concomitante con farmaci che alterano la funzionalita' epat ica, carenza di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi, anemia emolitica. Non somministrare durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monoossigenasi epatiche o in caso di esp osizione a sostanze che possono avere tale effetto (vedere paragrafo 4 .5). Il paracetamolo deve essere somministrato con cautela in soggetti con insufficienza renale (clearance della creatinina

€ 5,60 € 3,90

NON DISPONIBILE

Non disponibile

NUROFEN FEBBRE DBB100MG/5MLA
Sconto 14%

FARMED Srl

NUROFEN FEBBRE DBB100MG/5MLA

NUROFEN FEBBRE E DOLORE BAMBINI 100MG/5ML SOSPENSIONE ORALE Farmaci antinfiammatori/antireumatici non steroidei, derivati dell'aci do propionico. Questo farmaco - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale. Ogni ml di sos pensione orale contiene: ibuprofene 20 mg. Questo medicinale - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale gusto aranci a senza zucchero: polisorbato 80, glicerina, sciroppo di maltitolo, sa ccarina sodica, acido citrico, sodio citrato, gomma di xanthan, sodio cloruro, aroma arancia, bromuro di domifene, acqua depurata. Questo me dicinale - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale gusto fragola senza z ucchero: polisorbato 80, glicerina, sciroppo di maltitolo, saccarina s odica, acido citrico, sodio citrato, gomma di xanthan, sodio cloruro, aroma fragola, bromuro di domifene, acqua depurata. Trattamento sintomatico della febbre e del dolore lieve o moderato. Ipersensibilita' all'ibuprofene o ad uno qualsiasi degli eccipienti. B ambini di eta' inferiore a 3 mesi o di peso inferiore a 5,6 kg. La spe cialita' medicinale e' controindicata in pazienti che mostrano o hanno precedentemente mostrato ipersensibilita' (es. asma, rinite, angioede ma o orticaria) all'acido acetilsalicilico o ad altri analgesici, anti piretici, antinfiammatori non steroidei (FANS), in particolare quando l'ipersensibilita' e' associata a poliposi nasale e asma. Ulcera pepti ca attiva. Grave insufficienza renale o epatica. Severa insufficienza cardiaca. Storia di emorragia gastrointestinale o perforazione, relati va a precedenti terapie a base di FANS storia di emorragia/ulcera pept ica ricorrente (due o piu' episodi distinti di dimostrata ulcerazione o sanguinamento). Uso concomitante di FANS, compresi gli inibitori spe cifici della COX-2. Durante l'ultimo trimestre di gravidanza. Posologia. La dose giornaliera e' strutturata in base al peso ed all'e ta' del paziente. Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della dose minima efficace per la durata di trattamento piu' breve possibile necessaria per controllare i sintomi. Nei bambini di eta' compresa tra 3 e 6 mesi limitare la somministrazione a quelli di peso superiore ai 5,6 kg. Modo di somministrazione: la somministrazion e orale a lattanti e bambini di eta' compresa fra 3 mesi e 12 anni dov rebbe avvenire mediante siringa dosatrice o cucchiaino dosatore fornit i con il prodotto. I pazienti che soffrono di problemi di stomaco poss ono assumere il medicinale durante i pasti. La dose giornaliera di 20- 30 mg/kg di peso corporeo, suddivisa 3 volte al giorno ad intervalli d i 6-8 ore, puo' essere somministrata sulla base dello schema che segue (non superare le dosi consigliate). La scala graduata presente sul co rpo della siringa riporta in evidenza le tacche per i diversi dosaggi in particolare la tacca da 2,5 ml corrispondente a 50 mg di ibuprofen e e la tacca da 5 ml corrispondente a 100 mg di ibuprofene. Il cucchia ino dosatore riporta due tacche per due diversi dosaggi: la tacca da 2 ,5 ml corrispondente a 50 mg di ibuprofene e la tacca da 5 ml corrispo ndente a 100 mg di ibuprofene. Peso: da 5,6 kg età indicativa: 3 - 6 mesi dose singola in ml: 2,5 ml numero massimo di somministrazioni/g iorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 7 kg età indicativa: 6 - 12 mesi dos e singola in ml: 2,5 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 10 kg età indicativa: 1 - 3 anni dose singola in ml: 5 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 or e. Peso: da 15 kg età indicativa: 4 - 6 anni dose singola in ml: 7,5 ml (5 ml + 2,5 ml) numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nell e 24 ore. Peso: da 20 kg, età indicativa: 7 - 9 anni dose singola in ml: 10 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 28 a 43 kg età indicativa: 10 - 12 anni dose singola in ml: 15 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Pop olazioni speciali: nel caso di febbre post-vaccinazione riferirsi al d osaggio sopra indicato, si raccomanda la somministrazione di una dose singola (2,5 ml) seguita, se necessario, da un'altra dose dopo 6 ore. Non somministrare piu' di due dosi nelle 24 ore. Consultare il medico se la febbre non diminuisce. Il prodotto e' inteso per trattamenti di breve durata. Nei lattanti di eta' compresa tra 3 e 5 mesi deve essere consultato il medico qualora i sintomi persistano per un periodo supe riore alle 24 ore o nel caso di peggioramento della sintomatologia. Ne l caso l'uso del medicinale sia necessario per piu' di 3 giorni nei la ttanti e nei bambini di eta' superiore ai 6 mesi e negli adolescenti, o nel caso di peggioramento della sintomatologia deve essere consultat o un medico. Istruzioni per l'utilizzo della siringa dosatrice: 1. Svi tare il tappo spingendolo verso il basso e girandolo verso sinistra. 2 . Introdurre a fondo la punta della siringa nel foro del sottotappo. 3 . Agitare bene. 4. Capovolgere il flacone, quindi, tenendo saldamente la siringa, tirare delicatamente lo stantuffo verso il basso facendo d efluire la sospensione nella siringa fino alla tacca corrispondente al la dose desiderata. 5. Rimettere il flacone in posizione verticale e r imuovere la siringa ruotandola delicatamente. 6. Introdurre la punta d ella siringa nella bocca del bambino, ed esercitare una lieve pression e sullo stantuffo per far defluire la sospensione. 7. Dopo l'uso avvit are il tappo per chiudere il flacone e lavare la siringa con acqua cal da. Lasciarla asciugare, tenendola fuori dalla portata e dalla vista d ei bambini. Nessuna particolare. Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della pi u' bassa dose efficace per la piu' breve durata possibile di trattamen to che occorre per controllare i sintomi. L'uso di questo medicinale d eve essere evitato in concomitanza di FANS, inclusi gli inibitori sele ttivi della COX-2. Gli analgesici, antipiretici, antinfiammatori non s teroidei possono causare reazioni di ipersensibilita', potenzialmente gravi (reazioni anafilattoidi), anche in soggetti non precedentemente esposti a questo tipo di farmaci. Il rischio di reazioni di ipersensib ilita' dopo assunzione di ibuprofene e' maggiore nei soggetti che abbi ano presentato tali reazioni dopo l'uso di altri analgesici, antipiret ici, antinfiammatori non steroidei e nei soggetti con iperreattivita' bronchiale (asma), poliposi nasale o precedenti episodi di angioedema. Emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perforazione: durante il t rattamento con tutti i FANS, in qualsiasi momento, con o senza sintomi di preavviso o precedente storia di gravi eventi gastrointestinali, s ono state riportate emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perfora zione, che possono essere fatali. Nei bambini e negli adolescenti disi dratati esiste il rischio di alterazione della funzionalita' renale. A nziani: i pazienti anziani hanno un aumento della frequenza di reazion i avverse ai FANS, specialmente emorragie e perforazioni gastrointesti nali, che possono essere fatali. Negli anziani e in pazienti con stori a di ulcera, soprattutto se complicata da emorragia o perforazione, il rischio di emorragia gastrointestinale, ulcerazione o perforazione e' piu' alto con dosi aumentate di FANS. Questi pazienti devono iniziare il trattamento con la piu' bassa dose disponibile. L'uso concomitante di agenti protettori (es. misoprostolo o inibitori di pompa protonica ) deve essere considerato per questi pazienti ed anche per pazienti ch e assumono basse dosi di aspirina o altri farmaci che possono aumentar e il rischio di eventi gastrointestinali. Pazienti con storia di tossi cita' gastrointestinale, in particolare anziani, devono riferire quals iasi sintomo gastrointestinale inusuale (soprattutto emorragia gastroi ntestinale) in particolare nelle fasi iniziali del trattamento. Cautel a deve essere prestata ai pazienti che assumono farmaci concomitanti c he potrebbero aumentare il rischio di ulcerazione o sanguinamento, com e corticosteroidi orali, anticoagulanti come warfarin, inibitori selet tivi del reuptake della serotonina o agenti antiaggreganti come l'acid o acetilsalicilico (aspirina). Quando si verifica emorragia o ulcerazi one gastrointestinale in pazienti che assumono questo farmaco, il trat tamento deve essere sospeso. I FANS devono essere somministrati con ca utela ai pazienti con una storia di malattia gastrointestinale (colite ulcerosa, morbo di Crohn) poiche' tali condizioni possono essere esac erbate. Gravi reazioni cutanee alcune delle quali fatali, includenti d ermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica, sono state riportate molto raramente in associazione con l 'uso dei FANS. Nelle prime fasi della terapia i pazienti sembrano esse re a piu' alto rischio: l'insorgenza della reazione si verifica nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trattamento. Questo medi cinale deve essere interrotto alla prima comparsa di rash cutaneo, les ioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensibilita'. La vari cella puo' eccezionalmente essere all'origine di complicazioni infetti ve gravi alla cute e ai tessuti molli. Ad oggi, non si puo' escludere il contributo dei FANS nel peggioramento di tali infezioni, pertanto s i consiglia di evitare l'utilizzo di questo farmaco in caso di varicel la. Cautela e' richiesta (discutere con il proprio medico o farmacista ) prima di iniziare il trattamento nei pazienti con anamnesi positiva per ipertensione e/o insufficienza cardiaca poiche' in associazione al trattamento con i FANS sono stati riscontrati ritenzione di liquidi, ipertensione ed edema. Studi clinici e dati epidemiologici suggeriscon o che l'uso di ibuprofene, specialmente ad alti dosaggi (2400 mg/die) e per trattamenti di lunga durata, puo' essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi (es. infarto del m iocardio o ictus). In generale, gli studi epidemiologici non suggerisc ono che basse dosi di ibuprofene (es. = 1 /10) Comune ( >= 1/100, = 1/1.000, = 1/10.000,

€ 11,80 € 10,13

NON DISPONIBILE

Non disponibile

NUROFEN FEBBRE DBB100MG/5MLA
Sconto 14%

FARMED Srl

NUROFEN FEBBRE DBB100MG/5MLA

NUROFEN FEBBRE E DOLORE BAMBINI 100MG/5ML SOSPENSIONE ORALE Farmaci antinfiammatori/antireumatici non steroidei, derivati dell'aci do propionico. Questo farmaco - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale. Ogni ml di sos pensione orale contiene: ibuprofene 20 mg. Questo medicinale - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale gusto aranci a senza zucchero: polisorbato 80, glicerina, sciroppo di maltitolo, sa ccarina sodica, acido citrico, sodio citrato, gomma di xanthan, sodio cloruro, aroma arancia, bromuro di domifene, acqua depurata. Questo me dicinale - bambini 100 mg/5 ml sospensione orale gusto fragola senza z ucchero: polisorbato 80, glicerina, sciroppo di maltitolo, saccarina s odica, acido citrico, sodio citrato, gomma di xanthan, sodio cloruro, aroma fragola, bromuro di domifene, acqua depurata. Trattamento sintomatico della febbre e del dolore lieve o moderato. Ipersensibilita' all'ibuprofene o ad uno qualsiasi degli eccipienti. B ambini di eta' inferiore a 3 mesi o di peso inferiore a 5,6 kg. La spe cialita' medicinale e' controindicata in pazienti che mostrano o hanno precedentemente mostrato ipersensibilita' (es. asma, rinite, angioede ma o orticaria) all'acido acetilsalicilico o ad altri analgesici, anti piretici, antinfiammatori non steroidei (FANS), in particolare quando l'ipersensibilita' e' associata a poliposi nasale e asma. Ulcera pepti ca attiva. Grave insufficienza renale o epatica. Severa insufficienza cardiaca. Storia di emorragia gastrointestinale o perforazione, relati va a precedenti terapie a base di FANS storia di emorragia/ulcera pept ica ricorrente (due o piu' episodi distinti di dimostrata ulcerazione o sanguinamento). Uso concomitante di FANS, compresi gli inibitori spe cifici della COX-2. Durante l'ultimo trimestre di gravidanza. Posologia. La dose giornaliera e' strutturata in base al peso ed all'e ta' del paziente. Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della dose minima efficace per la durata di trattamento piu' breve possibile necessaria per controllare i sintomi. Nei bambini di eta' compresa tra 3 e 6 mesi limitare la somministrazione a quelli di peso superiore ai 5,6 kg. Modo di somministrazione: la somministrazion e orale a lattanti e bambini di eta' compresa fra 3 mesi e 12 anni dov rebbe avvenire mediante siringa dosatrice o cucchiaino dosatore fornit i con il prodotto. I pazienti che soffrono di problemi di stomaco poss ono assumere il medicinale durante i pasti. La dose giornaliera di 20- 30 mg/kg di peso corporeo, suddivisa 3 volte al giorno ad intervalli d i 6-8 ore, puo' essere somministrata sulla base dello schema che segue (non superare le dosi consigliate). La scala graduata presente sul co rpo della siringa riporta in evidenza le tacche per i diversi dosaggi in particolare la tacca da 2,5 ml corrispondente a 50 mg di ibuprofen e e la tacca da 5 ml corrispondente a 100 mg di ibuprofene. Il cucchia ino dosatore riporta due tacche per due diversi dosaggi: la tacca da 2 ,5 ml corrispondente a 50 mg di ibuprofene e la tacca da 5 ml corrispo ndente a 100 mg di ibuprofene. Peso: da 5,6 kg età indicativa: 3 - 6 mesi dose singola in ml: 2,5 ml numero massimo di somministrazioni/g iorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 7 kg età indicativa: 6 - 12 mesi dos e singola in ml: 2,5 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 10 kg età indicativa: 1 - 3 anni dose singola in ml: 5 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 or e. Peso: da 15 kg età indicativa: 4 - 6 anni dose singola in ml: 7,5 ml (5 ml + 2,5 ml) numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nell e 24 ore. Peso: da 20 kg, età indicativa: 7 - 9 anni dose singola in ml: 10 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Peso: da 28 a 43 kg età indicativa: 10 - 12 anni dose singola in ml: 15 ml numero massimo di somministrazioni/giorno: 3 nelle 24 ore. Pop olazioni speciali: nel caso di febbre post-vaccinazione riferirsi al d osaggio sopra indicato, si raccomanda la somministrazione di una dose singola (2,5 ml) seguita, se necessario, da un'altra dose dopo 6 ore. Non somministrare piu' di due dosi nelle 24 ore. Consultare il medico se la febbre non diminuisce. Il prodotto e' inteso per trattamenti di breve durata. Nei lattanti di eta' compresa tra 3 e 5 mesi deve essere consultato il medico qualora i sintomi persistano per un periodo supe riore alle 24 ore o nel caso di peggioramento della sintomatologia. Ne l caso l'uso del medicinale sia necessario per piu' di 3 giorni nei la ttanti e nei bambini di eta' superiore ai 6 mesi e negli adolescenti, o nel caso di peggioramento della sintomatologia deve essere consultat o un medico. Istruzioni per l'utilizzo della siringa dosatrice: 1. Svi tare il tappo spingendolo verso il basso e girandolo verso sinistra. 2 . Introdurre a fondo la punta della siringa nel foro del sottotappo. 3 . Agitare bene. 4. Capovolgere il flacone, quindi, tenendo saldamente la siringa, tirare delicatamente lo stantuffo verso il basso facendo d efluire la sospensione nella siringa fino alla tacca corrispondente al la dose desiderata. 5. Rimettere il flacone in posizione verticale e r imuovere la siringa ruotandola delicatamente. 6. Introdurre la punta d ella siringa nella bocca del bambino, ed esercitare una lieve pression e sullo stantuffo per far defluire la sospensione. 7. Dopo l'uso avvit are il tappo per chiudere il flacone e lavare la siringa con acqua cal da. Lasciarla asciugare, tenendola fuori dalla portata e dalla vista d ei bambini. Nessuna particolare. Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l'uso della pi u' bassa dose efficace per la piu' breve durata possibile di trattamen to che occorre per controllare i sintomi. L'uso di questo medicinale d eve essere evitato in concomitanza di FANS, inclusi gli inibitori sele ttivi della COX-2. Gli analgesici, antipiretici, antinfiammatori non s teroidei possono causare reazioni di ipersensibilita', potenzialmente gravi (reazioni anafilattoidi), anche in soggetti non precedentemente esposti a questo tipo di farmaci. Il rischio di reazioni di ipersensib ilita' dopo assunzione di ibuprofene e' maggiore nei soggetti che abbi ano presentato tali reazioni dopo l'uso di altri analgesici, antipiret ici, antinfiammatori non steroidei e nei soggetti con iperreattivita' bronchiale (asma), poliposi nasale o precedenti episodi di angioedema. Emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perforazione: durante il t rattamento con tutti i FANS, in qualsiasi momento, con o senza sintomi di preavviso o precedente storia di gravi eventi gastrointestinali, s ono state riportate emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perfora zione, che possono essere fatali. Nei bambini e negli adolescenti disi dratati esiste il rischio di alterazione della funzionalita' renale. A nziani: i pazienti anziani hanno un aumento della frequenza di reazion i avverse ai FANS, specialmente emorragie e perforazioni gastrointesti nali, che possono essere fatali. Negli anziani e in pazienti con stori a di ulcera, soprattutto se complicata da emorragia o perforazione, il rischio di emorragia gastrointestinale, ulcerazione o perforazione e' piu' alto con dosi aumentate di FANS. Questi pazienti devono iniziare il trattamento con la piu' bassa dose disponibile. L'uso concomitante di agenti protettori (es. misoprostolo o inibitori di pompa protonica ) deve essere considerato per questi pazienti ed anche per pazienti ch e assumono basse dosi di aspirina o altri farmaci che possono aumentar e il rischio di eventi gastrointestinali. Pazienti con storia di tossi cita' gastrointestinale, in particolare anziani, devono riferire quals iasi sintomo gastrointestinale inusuale (soprattutto emorragia gastroi ntestinale) in particolare nelle fasi iniziali del trattamento. Cautel a deve essere prestata ai pazienti che assumono farmaci concomitanti c he potrebbero aumentare il rischio di ulcerazione o sanguinamento, com e corticosteroidi orali, anticoagulanti come warfarin, inibitori selet tivi del reuptake della serotonina o agenti antiaggreganti come l'acid o acetilsalicilico (aspirina). Quando si verifica emorragia o ulcerazi one gastrointestinale in pazienti che assumono questo farmaco, il trat tamento deve essere sospeso. I FANS devono essere somministrati con ca utela ai pazienti con una storia di malattia gastrointestinale (colite ulcerosa, morbo di Crohn) poiche' tali condizioni possono essere esac erbate. Gravi reazioni cutanee alcune delle quali fatali, includenti d ermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica, sono state riportate molto raramente in associazione con l 'uso dei FANS. Nelle prime fasi della terapia i pazienti sembrano esse re a piu' alto rischio: l'insorgenza della reazione si verifica nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trattamento. Questo medi cinale deve essere interrotto alla prima comparsa di rash cutaneo, les ioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensibilita'. La vari cella puo' eccezionalmente essere all'origine di complicazioni infetti ve gravi alla cute e ai tessuti molli. Ad oggi, non si puo' escludere il contributo dei FANS nel peggioramento di tali infezioni, pertanto s i consiglia di evitare l'utilizzo di questo farmaco in caso di varicel la. Cautela e' richiesta (discutere con il proprio medico o farmacista ) prima di iniziare il trattamento nei pazienti con anamnesi positiva per ipertensione e/o insufficienza cardiaca poiche' in associazione al trattamento con i FANS sono stati riscontrati ritenzione di liquidi, ipertensione ed edema. Studi clinici e dati epidemiologici suggeriscon o che l'uso di ibuprofene, specialmente ad alti dosaggi (2400 mg/die) e per trattamenti di lunga durata, puo' essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi (es. infarto del m iocardio o ictus). In generale, gli studi epidemiologici non suggerisc ono che basse dosi di ibuprofene (es. = 1 /10) Comune ( >= 1/100, = 1/1.000, = 1/10.000,

€ 11,80 € 10,13

NON DISPONIBILE

Non disponibile

Rimedi stagionali:
Ultime notizie dal blog